Fiorentina-2016-17-Campionesse.jpg

Tutto cominciò questa estate con una gaffe del sottoscritto. Stephanie Ohrstrom finalmente aveva dato vita al proprio progetto, chiuso da troppo tempo in un cassetto. Risale al 1 Agosto 2019 la prima presentazione ufficiale di questo libro e ricordo ancora l'enfasi solare con la quale vengo invitato dalla protagonista a partecipare.

Non ci sono problemi, le dico, ci sarò sicuramente! Anzi, per l'occasione, avevo coinvolto mio cognato che era in vacanza in Italia (vive a New York) e mia moglie. Stephanie mi dice di vederci quella sera ai Renai. Perfetto, le rispondo. La sera mi presento ai Renai a Signa, dove d'estate si svolgono manifestazioni all'aperto, ed inizio a girare, girare, girare, cercando il luogo dove si dovrebbe svolgere l'evento. Niente da fare, l'orologio corre e si avvicinava l'ora della presentazione. Rompo finalmente gli indugi e mando un messaggio a Stephanie, chiedendo proprio di indicarmi il punto in cui si trovasse. Lei, senza esitare, mi risponde: ti mando la posizione....e così fa. Appena visualizzato il messaggio, mi accorsi, con grande sorpresa ed ignoranza in quel caso, che la distanza da dove ero alla posizione indicata era di km. 43. Come è possibile? mi domando…. Svelato il mistero: mi resi conto che esisteva un'altro posto chiamato i Renai e si trovava a Castelfiorentino. Dopo essermi dato del cretino più volte e conscio della pessima figura fatta con Stephanie, proseguo la mia serata in compagnia del mal di stomaco per il nervoso accumulato. Ma fortunatamente mi è concessa una seconda occasione! La mitica Stephanie, replica la presentazione qualche mese più tardi, esattamente il 9 di Ottobre, ad Empoli alle ore 21 nel Cenacolo degli Agostiniani, una location di tutto rispetto. Quella volta non potei e non dovetti mancare! Era una giornata uggiosa appunto, con una pioggerellina lieve a fare da contorno. Finalmente ce l'avevo fatta! Alla fine della serata, dopo aver acquistato e fattomi dedicare il libro, regalo a Stephanie cercando di farmi perdonare, la sciarpa del Viola Club e, dopo i convenevoli di rito, la serata volse al termine. Tornando a casa, effettuando il Rewind degli eventi di quella giornata, mi accorsi che purtroppo, nonostante la gradita presenza dell'assessore allo sport di Empoli, che aveva manifestato tutto il suo sano entusiasmo, non c'era stato un grande afflusso di gente. Alla prima riunione del nostro Direttivo, proposi di organizzare noi una presentazione in stile GO WOMEN'S e l'idea venne approvata con entusiasmo da parte di tutti. Si mise in moto Fabio e, quando parte lui, tutto gira a meraviglia. Prendiamo contatti con Stephanie ed il 26 Novembre ci incontriamo con lei ed il suo inseparabile labrador "Mojito",  per un caffè e per definire le linee guida. Poi tra autorizzazioni, gare ufficiali, disponibilità della location ecc.... siamo finalmente arrivati a definire data e ora compatibili. La location dicevamo…  si sarebbe trattato non di un posto qualsiasi, ma della Biblioteca delle Obllate, praticamente il salotto buono culturale della città. Stephanie meritava una presentazione della sua opera in grande stile e così è stato. Il giorno prima è frenetico, alle 09.00 sono già alla casa editrice a ritirare i volumi, quindi alle Oblate a consegnarli e posizionare le locandine varie. Ed ecco finalmente arrivare l'atteso giorno… al termine del mio turno di lavoro passo a prendere Valentina Buttini che sarà la moderatrice dell'evento, anche lei è visibilmente emozionata ed allo stesso tempo felice di condurre la serata. Fabio è già sul posto dalla tarda mattinata e sovrintende con professionalità e maestria, la direzione dei lavori. Arriviamo con largo anticipo giusto per accordare gli ultimi suoni e controllare la scaletta. Finalmente arriva lei, la bellissima Stephanie, i suoi occhi illuminano la sala, ma fa il suo ingresso proprio nel momento in cui stavano ultimandole la "sorpresa" che avrebbe aperto la serata. Vengo repentinamente invitato a portarla a prendere un caffè al piano superiore, dove oltre al Bar si può godere di una vista mozzafiato e quasi toccare con mano la Cupola del Brunelleschi. Torniamo in sala e tutto procede bene. Lei sembra entusiasta della location e dell'allestimento della sala. L'ora si avvicina ed iniziano ad arrivare le prime persone, poi i Super Ospiti ed infine fanno il loro ingresso due compagne di squadra di Stephanie, Aliice Parisi e Michela Catena, ovvero come amo chiamarle io...Il Presente ed il Futuro del centrocampo viola, poi il mitico Giuseppe (Beppe) Urso storico e leggendario tifoso Viola, nonché Presidente Onorario dell’A.C.C.V.C. La sala si scalda. Si riempie la prima fila riservata agli ospiti, poi la seconda, la terza e via via le altre. La serata ha inizio: si accendono le telecamere di tele Montecatini Terme e decidiamo in extremis di mandare tutto in diretta Facebook ( nel momento in cui scrivo, sono più di 5100 le visualizzazioni . Un boom! ). Parte la "sorpresa video" ( un montaggio di quasi 3 minuti che racchiude la vita di Stephanie, realizzato da Fabio e magistralmente ritoccato ed ultimato da Francesco ) omaggio del Viola Club alla protagonista. Insomma un successo incredibile! Valentina Buttini è a suo agio. Si fa prendere dalla passione, è preparata, Stephanie incanta con i suoi modi di fare, con la sua dolcezza, con la sua determinazione che fanno capire che, oltre all'atleta, c'è una donna di spessore a far si che sia un numero uno anche nella vita. La serata scorre via piacevolmente con i presenti incollati alla poltrona, senza un minimo cenno di cedimento o disagio, ed anche qualche occhio lucido nei momenti più toccanti del racconto. E' bella anche l'immagine finale con tutti i presenti in rigoroso e religioso ordine, in fila per farsi autografare una copia del libro. Il giorno dopo è dedicato ai tanti ringraziamenti che Stephanie ha voluto fare a tutti i presenti ed agli ospiti intervenuti. Si, finalmente Ste ha avuto ciò che meritava: una presentazione degna del suo nome. 

 Potete vedere la presentazione, avvenuta alle Oblate di Firenze: CLICCA QUI per vedere i video, CLICCA QUI per vedere anche alcune foto.

 

Pin It